Written by MISTRAL GROUP

Igiene e pulizie in strutture sanitarie: a chi rivolgersi?

Mistral è specializzata in pulizie e igiene di strutture sanitarie tra cui ospedali, case di riposo, RSA, poliambulatori e ambulatori medici.

Un ambiente perfettamente pulito è ovviamente il miglior modo per presentarsi al pubblico. La presentabilità è uno degli aspetti a cui si tiene di più, ma un luogo – sia esso abitativo o lavorativo – deve essere totalmente igienizzato anche per questioni che riguardano la sicurezza di chi vive e lavora al suo interno. Lo sporco, infatti, favorisce la proliferazione di microrganismi e batteri e, di conseguenza, può essere portatore di malattie: una problematica che diventa ancora più seria se si fa riferimento alle strutture sanitarie, dove sono ospitati pazienti che presentano quadri clinici anche particolari. Se la struttura sanitaria non garantisce in rispetto delle norme igieniche, la stessa salute dei pazienti viene messa a rischio, senza dimenticare quella del il personale dipendente.

La qualità delle cure e l’efficienza dei servizi hanno quindi come prerogativa pulizia e igiene, come impongono le normative sempre più stringenti. Ecco perchè le strutture sanitarie si rivolgono a imprese di pulizia specializzate, particolarmente preparate e qualificate, che sono in grado di garantire un servizio in linea con le esigenze della struttura, che presenta livelli di rischio differente, in base alle varie aree.

Il primo passo è sempre il sopralluogo iniziale, finalizzato a prendere visione dell’edificio e della tipologia di interventi necessari. Successivamente l’impresa stilerà un protocollo di intervento in cui verranno esplicitate le modalità di intervento e i prodotti/macchinari da utilizzare, nonchè il numero di operatori coinvolti.

Oltre ad essere pienamente efficienti e rispettosi dell’ambiente, i prodotti per la pulizia e i macchinari non dovranno arrecare disturbo ai pazienti. Ad esempio, per l’igiene dei pavimenti, ci si affida a macchinari molto moderni e potenti, come le lavasciughe di ultima generazione, che sono caratterizzate da robustezza, resistenza, facilità d’uso ed estrema manovrabilità. Un’attrezzatura molto importante, che consente agli operatori della ditta di intervenire non soltanto sulle pavimentazioni dei saloni e dei corridoi – a prescindere se si tratti di piastrelle in marmo, graniglia o ceramica – ma anche su eventuali lastricati in pietra naturale, che possono trovarsi all’entrata o nei giardini interni.

Il personale impiegato generalmente ha già una consolidata esperienza nelle pulizie in ambito sanitario. Inoltre un’impresa di pulizie seria, che ci tiene a fornire un servizio di qualità, si preoccuperà di formare internamente le risorse, con corsi specialistici in base all’ambiente in cui andranno ad operare.

E’ buona norma iniziare il lavoro a partire dalla zona meno sporca verso quella più sporca. Il risciacquo successivo alla disinfezione non è indispensabile, se si tratta di oggetti che non entrano a diretto contatto con il paziente. E’ molto importante rispettare le indicazioni sulla diluizione dei prodotti indicata dalla casa produttrice, e segnalare opportunamente le zone bagnate con apposita segnaletica. Per le aree di passaggio come atrii e corridoi, è buona prassi effettuare il lavaggio in due tempi successivi, in modo da mantenere sempre una metà asciutta, che consenta il passaggio delle persone.

Dopo l’uso, tutte le attrezzature, compreso il carrello delle pulizie, devono essere detersi ed asciugati, dato che l’umidità e la temperatura ambiente sono ottimi terreni di cultura per il proliferare di germi. Allo stesso modo ogni panno, spugna, sistema Mop ecc, dopo l’uso, devono essere lavati, disinfettati e lasciati asciugare. La presenza di materiale organico può ridurre o inattivare l’azione del disinfettante, perciò è sempre necessaria una decontaminazione con detersione e successiva disinfezione.

I prodotti utilizzati per la pulizia sono quindi importanti tanto quanto il lavoro degli addetti, in quanto ogni ambiente e ogni superficie necessitano di detergenti e igienizzanti appositi, con caratteristiche chimiche e proprietà specifici.

Tipicamente viene utilizzato un detergente igienizzante al cloro per pulire e igienizzare rimuovendo germi e batteri sui sanitari e nel WC.

Disinfettanti, detergenti e deodoranti (diluiti in acqua) si usano per tutti i pavimenti. Con il decontaminante per piccole superfici, invece, si procede alla disinfezione dell’unità letto. Infine, con il detergente disincrostante pronto all’uso, è possibile sciogliere le incrostazioni inorganiche (calcare e ruggine), anche quelle più resistenti.